Finanziamenti: come ottenere la garanzia statale nel 2022

La garanzia statale agevola l'accesso ai finanziamenti: come ottenerla nel 2022

Gli ultimi due anni sono stati il periodo migliore per ottenere un finanziamento

Può sembrare paradossale dato il periodo di grosse difficoltà che hanno dovuto affrontare le imprese, ma lo scoppio della pandemia ha portato all’introduzione di alcune misure di sostegno che hanno agevolato l'accesso al credito, tra cui l’accesso semplificato al Fondo Centrale di Garanzia per l’ottenimento della garanzia statale.

Ora la nuova Legge di Bilancio 2022 mira ad uscire dalla logica emergenziale e ha modificato i criteri per l'accesso al FondoMa niente paura: c’è tempo ancora fino a luglio per approfittare delle agevolazioni.

Garanzia statale, un' iniziativa pensata per le imprese: come ottenerla

Il Fondo di Garanzia è un’iniziativa del Ministero dello Sviluppo Economico per agevolare le imprese che hanno difficoltà ad ottenere finanziamenti bancari. Come funziona? 

Lo Stato rilascia una garanzia alle imprese che hanno richiesto un finanziamento volta a coprire una quota del credito concesso dalla banca.

 In questo modo lo Stato si rende garante dell’impresa in caso di insolvenza, impegnandosi a restituire alla banca il credito concesso nel caso in cui l'impresa dovesse fallire prima di aver rimborsato il finanziamento. Per accedere al Fondo, è necessario rivolgersi ad una banca o un Confidi che si occuperà della domanda non appena richiesto il finanziamento.

Le coperture previste dal Fondo

Per comprendere quali imprese abbiano diritto ad accedere al Fondo e la quota del finanziamento che può essere coperta dalla garanzia, è stato previsto un sistema di valutazione basato sull’assegnazione di un punteggio del merito creditizio. Tale punteggio è calcolato dalla Banca del Mediocredito Centrale e prende il nome di il Rating MCC. Il Rating MCC è espresso su una scala di 12 classi e la copertura varia a seconda della tipologia di finanziamento. 

Le coperture maggiori sono destinate alle classi intermedie

Si vuole così evitare che i soggetti che non hanno difficoltà ad ottenere finanziamenti possano accedere al Fondo a discapito di chiunque ne abbia davvero necessità.

Il rating MCC è dato dal risultato di due moduli:

  • il modulo economico-finanziario: valuta il soggetto sotto il profilo patrimoniale, economico e finanziario sulla base degli ultimi due bilanci depositati o delle ultime dichiarazioni fiscali (modello UNICO);
  • il modulo andamentale: valuta i rapporti intrattenuti dal soggetto con le istituzioni finanziarie prendendo in esame la Centrale Rischi e i dati raccolti dai sistemi di informazione creditizia (Crif, Cerved).

Ciascun modulo prevede l’assegnazione di un punteggio parziale. Nel 2020, per permettere a quante più imprese possibili di poter accedere al Fondo, il Decreto Liquidità aveva stabilito la copertura al 100% su tutti i finanziamenti fino a 30mila euro, senza alcun vincolo sul rating MCC. Per i prestiti superiori, fino a 5 milioni, la copertura della garanzia era invece stata estesa fino 90% e ai fini del calcolo del rating MCC veniva considerato solo modulo economico-finanziario.

E ora quali modifiche introduce la nuova legge di bilancio?

Legge di bilancio 2022: cosa cambia per le imprese?

Innanzitutto una buona notizia:

la legge di Bilancio ha prorogato fino al 30 giugno le agevolazioni previste dal Decreto Liquidità. 

 Dal 1° aprile 2022 però non sarà più possibile accedere al Fondo gratuitamente. Le garanzie concesse saranno disponibili alle imprese dietro pagamento di una commissione. Inoltre, già da gennaio, la copertura sui finanziamenti fino a 30mila euro calerà all’80%, mentre dal 1° luglio l’importo massimo garantito per ogni impresa sarà di 5 milioni e verrà ristabilita l’analisi del modulo andamentale ai fini del calcolo del rating MCC. 

C’è tempo ancora fino a luglio quindi per accedere al Fondo Centrale di Garanzia con la disciplina agevolata. Per verificare le possibilità di accesso, controlla su s-peek il rating della tua società e chiedi informazioni presso la tua banca o un Confidi sulle coperture previste per la tua fascia di rischio.  

torna all'indice
Il blog di s-peek
Informazioni e suggerimenti
per imparare a valutare
finanziariamente partner,
competitor e clienti